… come un vecchio libro sepolto nella sabbia…

Mappe del desiderio e diritti umani

seminariocartografia

Si sta svolgendo in questi giorni, dal 26 al 28 di Aprile, a Salvador de Bahia, un Seminario sulla Cartografias dos Desejos e Direitos: Mapeamento e Contagem da População em Situação de Rua na Cidade de Salvador, incentrato su una ricerca condotta dal Centro Projeto Axé insieme all’Universidade Federal de Bahia.

Marcos Candido e Juliana Prates hanno presentato ieri i risultati della ricerca, aprendo la strada ad una serie di discussioni molto interessanti e importanti su cosa si intende per “população de rua” (oggi) e sulle politiche pubbliche per persone in “situação de rua” (domani). Leggi altro ›

Dolcenera (Fabrizio De André cantato dalla BandAxé)

Arteducazione, una sola parola

Canzone del Britaliano

Una mattina mi son svegliato,
UK, ciao! UK, ciao! UK, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi son svegliato
e mi han chiamato invasor.

O EuroTunnel, portami via,
UK, ciao! UK, ciao! UK, ciao, ciao, ciao!
O EuroTunnel, portami via,
ché mi sento di morir.

E se io muoio Leggi altro ›

Anche gli oggetti hanno un’anima

La risposta deve partire da un fatto psicologico ben noto e facilmente verificabile. Noi giudichiamo ogni oggetto in rapporto al nostro corpo. […] abbiamo anche la sensazione della gioia o del malessere nell’esistenza […] di qualsiasi immagine […] Percepiamo con malessere la vita cupamente impacciata dell’oggetto informe, pesante e immoto, che non possiede libertà, così come percepiamo con gioia il senso chiaro e libero di ciò che è delicatamente e leggermente conformato. A tutto noi attribuiamo una vita corporea conforme alla nostra […] Quello che abbiamo riconosciuto in noi come espressione di una serietà vigorosa, di una severa compostezza, oppure di un accasciarsi pesante e senza sostegno, noi lo attribuiamo anche a tutta la materia.

Wolfflin, Rinascimento e Barocco, 1986-2010:87

L’attentato di Peshawar: una tragedia da non dimenticare

By Barbara Gallo Poco più di un mese fa si consumava l’attacco terroristico in una scuola militare di Peshawar, Pakistan, da parte del Tehreek-i-Taliban Pakistan. Nonostante l’attenzione mediatica si oggi focalizzata quasi esclusivamente sui tragici eventi accaduti in Francia, non va dimenticato questo attentato da parte dei Taliban pakistani Questo attacco verrà ricordato, purtroppo, come tra i più…

…read more

Source:: Caffè Geopolitico

Umano, troppo umano

The importance of language for the development of culture lies in the fact that, in language, man juxtaposed to the one world another world of his own, a place which he thought so sturdy that from it he could move the rest of the world from its foundations and make himself lord over it. To the extent that he believed over long periods of time in the concepts and names of things as if they were aeternae veritates, man has acquired that pride by which he has raised himself above the animals: he really did believe that in language he had knowledge of the world. The shaper of language was not so modest as to think that he was only giving things labels; rather, he imagined that he was expressing the highest knowledge of things with words; and in fact, language is the first stage of scientific effort. Here, too, it is the belief in found truth from which the mightiest sources of strength have flowed. Very belatedly (only now) is it dawning on men that in their belief in language they have propagated a monstrous error. Fortunately, it is too late to be able to revoke the development of reason, which rests on that belief.

Friedrich Nietzsche, Human, All Too Human

Non c’è niente da negoziare con i fascisti (Charb)

Charb,  direttore di Charlie Hebdo, una delle vittime dell’attentato di ieri, aveva scritto il 15 ottobre 2012:

Peins un Mahomet glorieux, tu meurs.
Dessine un Mahomet rigolo, tu meurs.
Gribouille un Mahomet ignoble, tu meurs. Leggi altro ›

Matthew L. Jockers. Macroanalysis: Digital Methods and Literary History | Guzzetta | Digital Studies / Le champ numérique

Matthew L. Jockers. Macroanalysis: Digital Methods and Literary History | Guzzetta | Digital Studies / Le champ numérique

Top