C’era una volta il dolce rumore della memoria…

La vita può essere capita solo guardando al passato, ma va vissuta guardando al futuro

(S. Kierkegaard)

La memoria sta sempre di più diventando qualcosa di astratto, rinchiusa nei databases, ripudiata, immersa in una luce intensa e uniforme. Una luce in cui la differenza tra vero e falso si dissolve.

Ma gli uomini hanno bisogno dell’ombra tanto quanto della luce per pensare ed essere creativi.

C’è bisogno di sapere e non sapere, di visibile e invisibile, di luce ed ombra.

Di ricordare e di dimenticare.

Sunday mornin’, praise the dawnin’
It’s just a restless feelin’, by my side
Early dawnin’, Sunday mornin’
It’s just the wasted years so close behind

Watch out, the world’s behind you
There’s always someone around you, who will call
It’s nothin’ at all

Sunday mornin’ and I’m fallin’
I’ve got a feelin’, I don’t want to know
Early dawnin’, Sunday mornin’
It’s all the streets you crossed, not so long ago

Watch out, the world’s behind you
There’s always someone around you, who will call
It’s nothin’ at all […]

Oggi è domenica mattina, ma domani è di nuovo lunedì…
Qui c’è proprio bisogno di un’amnesia creativa…

OLTRE LA PORTA, LA WEB ZONE